Domenica 22 Luglio a Chianale (Val Varaita)

L’associazione Borghi in Cammino, UISP e Slow Food, propongono per domenica 22 Luglio, la scoperta e conoscenza del borgo di Chianale in Val Varaita.

Chianale

È il più alto paese della Val Varaita e il suo territorio confina con quello francese, raggiungibile in automobile attraverso il valico Colle dell’Agnello. La Valle Varaita fa parte delle valli occitane italiane, ed infatti nel comune si parla la lingua occitana. È anche uno dei paesi della Castellata, insieme a Casteldelfino e Bellino.

Dal 1942, nel territorio del comune di Pontechianale, sorge una diga (Frazione Castello), che permette la formazione di un lago, molto frequentato dai turisti d’estate. Tale lago serve per la produzione di energia elettrica, in quanto l’acqua accumulata viene indirizzata a valle verso le centrali idroelettriche di Casteldelfino, Sampeyre e Frassino, che producono energia elettrica.

Proprio per permettere la costruzione della diga, negli anni quaranta è stata completamente evacuata e sommersa la frazione Chiesa di Pontechianale, che sorgeva dove ora vi è il lago. Tutte le case di questa frazione, insieme alla chiesa parrocchiale stessa (San Pietro in Vincoli) e al cimitero sono stati ricostruiti in un’altra località nello stesso comune, che ha riassunto il nome di frazione Chiesa. Alcuni resti delle case sono tuttora visibili sul fondo del lago, nei periodi di magra.[2] Fino a pochi anni fa era possibile vedere affiorare anche il campanile della vecchia chiesa, successivamente crollato.

Nel territorio del comune sorge il Bosco dell’Alevè, il più grande bosco di pini cembri d’Europa.

La frazione di Chianale fa parte della lista dei “Borghi più Belli d’Italia” e si sviluppa sulle due sponde del Varaita.

Nota tecnica per i soci dell’A.S.D Nordic Walking Volpiano
Lunghezza :   15  km
Dislivello D+ 300

Difficoltà: Turistico/Escursionistico
Ritrovo: ore 7.15 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 7.30
1 – Alternativa punto di ritrovo – ore 8.00 Autogrill Beinasco (Torino – Pinerolo)
2 – Alternativa punto di ritrovo – ore 10.00 Pontechianale – presso la diga del lago (Frazione Casello)
Quota partecipazione
10 euro (escursione e degustazione)
Pranzo al sacco (opzionale)
Per informazioni e prenotazioni
Masellis Massimiliano: 3387709382 oppure
prenotazioni.nwv@gmail.com

Domenica 15 Luglio – Giro 13 Laghi di Prali

Incastonato tra il Cappello d’Envie (2.618 m), il Passo della Cialancia (2.683 m), Punta Cialancia (2.855 m), il Passo Roux (2.830 m) e Punta Cournour (2.867 m), nel cuore della bellissima Val Gemanasca, si trova l’Altopiano o Conca dei 13 laghi, così chiamato per la presenza sul suo territorio di tredici piccoli specchi d’acqua di probabile origine glaciale.
L’altopiano, che fa parte del comune di Prali, si trova ad un’altezza compresa tra i 2.300 ed i 2.550 metri. La valle è attraversata dal rio dei Tredici Laghi, che confluisce nel torrente Germanasca.
I laghi effettivamente visibili oggi sono solo dodici o undici, dipende dalla stagione, e sono: il Lago Nero, il Lago Bianco, il Lago della Drajo, il Lago dell’Uomo, i Laghi Gemelli, il Lago Primo, il Lago Lungo, il Lago Ramella (detto anche Lago dei Cannoni), i Laghi Verdi e il Lago della Noce. Quest’ultimo raccoglie acqua solo nel periodo del disgelo e non è dunque visibile tutto l’anno. Il tredicesimo specchio d’acqua è invece il Lago della Carota, non più visibile in quanto oggi del tutto interrato.
Oltre alle bellezze naturalistiche e ai suggestivi panorami, l’altopiano offre anche diverse testimonianze storico-militari. Si trovano infatti, in questa zona, i Ricoveri Perrucchetti (edificati tra l’800 ed il ‘900 e dedicati al fondatore del corpo degli Alpini, Giuseppe Domenico Perrucchetti), diverse piccole caserme abbandonate e le vie militari, come i sentieri 201 e 230, che dal vallone risalgono lungo i pendii circostanti. Al lago Ramella si trovano inoltre due fusti di cannone, resti dei quattro utilizzati nel giugno del 1940 dalla 149ª batteria di artiglieria della Guardia alla Frontiera nel corso della battaglia delle Alpi Occidentali.
Per quanto riguarda la fauna, nella zona è possibile incrociare anche la rara salamandra nera.

Nota tecnica per i soci dell’A.S.D Nordic Walking Volpiano
Lunghezza :   8  km
Dislivello D+ 300

Difficoltà: Turistico/Escursionistico
Ritrovo: ore 8.15 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 8.30
La salita dal parcheggio delle auto ai laghi sarà effettuata tramite la seggiovia.
Prezzo adulti A/R 10 euro
Prezzo bambini (nati dal 2006 in avanti) A/R 6 euro
Si raccomanda abbigliamento adeguato vista la quota d’altitudine raggiunta, 2700m slm
Per informazioni e prenotazioni
Masellis Massimiliano: 3387709382 oppure
prenotazioni.nwv@gmail.com

Pranzo al sacco