Domenica 22 Luglio a Chianale (Val Varaita)

L’associazione Borghi in Cammino, UISP e Slow Food, propongono per domenica 22 Luglio, la scoperta e conoscenza del borgo di Chianale in Val Varaita.

Chianale

È il più alto paese della Val Varaita e il suo territorio confina con quello francese, raggiungibile in automobile attraverso il valico Colle dell’Agnello. La Valle Varaita fa parte delle valli occitane italiane, ed infatti nel comune si parla la lingua occitana. È anche uno dei paesi della Castellata, insieme a Casteldelfino e Bellino.

Dal 1942, nel territorio del comune di Pontechianale, sorge una diga (Frazione Castello), che permette la formazione di un lago, molto frequentato dai turisti d’estate. Tale lago serve per la produzione di energia elettrica, in quanto l’acqua accumulata viene indirizzata a valle verso le centrali idroelettriche di Casteldelfino, Sampeyre e Frassino, che producono energia elettrica.

Proprio per permettere la costruzione della diga, negli anni quaranta è stata completamente evacuata e sommersa la frazione Chiesa di Pontechianale, che sorgeva dove ora vi è il lago. Tutte le case di questa frazione, insieme alla chiesa parrocchiale stessa (San Pietro in Vincoli) e al cimitero sono stati ricostruiti in un’altra località nello stesso comune, che ha riassunto il nome di frazione Chiesa. Alcuni resti delle case sono tuttora visibili sul fondo del lago, nei periodi di magra.[2] Fino a pochi anni fa era possibile vedere affiorare anche il campanile della vecchia chiesa, successivamente crollato.

Nel territorio del comune sorge il Bosco dell’Alevè, il più grande bosco di pini cembri d’Europa.

La frazione di Chianale fa parte della lista dei “Borghi più Belli d’Italia” e si sviluppa sulle due sponde del Varaita.

Nota tecnica per i soci dell’A.S.D Nordic Walking Volpiano
Lunghezza :   15  km
Dislivello D+ 300

Difficoltà: Turistico/Escursionistico
Ritrovo: ore 7.15 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 7.30
1 – Alternativa punto di ritrovo – ore 8.00 Autogrill Beinasco (Torino – Pinerolo)
2 – Alternativa punto di ritrovo – ore 10.00 Pontechianale – presso la diga del lago (Frazione Casello)
Quota partecipazione
10 euro (escursione e degustazione)
Pranzo al sacco (opzionale)
Per informazioni e prenotazioni
Masellis Massimiliano: 3387709382 oppure
prenotazioni.nwv@gmail.com

Domenica 15 Luglio – Giro 13 Laghi di Prali

Incastonato tra il Cappello d’Envie (2.618 m), il Passo della Cialancia (2.683 m), Punta Cialancia (2.855 m), il Passo Roux (2.830 m) e Punta Cournour (2.867 m), nel cuore della bellissima Val Gemanasca, si trova l’Altopiano o Conca dei 13 laghi, così chiamato per la presenza sul suo territorio di tredici piccoli specchi d’acqua di probabile origine glaciale.
L’altopiano, che fa parte del comune di Prali, si trova ad un’altezza compresa tra i 2.300 ed i 2.550 metri. La valle è attraversata dal rio dei Tredici Laghi, che confluisce nel torrente Germanasca.
I laghi effettivamente visibili oggi sono solo dodici o undici, dipende dalla stagione, e sono: il Lago Nero, il Lago Bianco, il Lago della Drajo, il Lago dell’Uomo, i Laghi Gemelli, il Lago Primo, il Lago Lungo, il Lago Ramella (detto anche Lago dei Cannoni), i Laghi Verdi e il Lago della Noce. Quest’ultimo raccoglie acqua solo nel periodo del disgelo e non è dunque visibile tutto l’anno. Il tredicesimo specchio d’acqua è invece il Lago della Carota, non più visibile in quanto oggi del tutto interrato.
Oltre alle bellezze naturalistiche e ai suggestivi panorami, l’altopiano offre anche diverse testimonianze storico-militari. Si trovano infatti, in questa zona, i Ricoveri Perrucchetti (edificati tra l’800 ed il ‘900 e dedicati al fondatore del corpo degli Alpini, Giuseppe Domenico Perrucchetti), diverse piccole caserme abbandonate e le vie militari, come i sentieri 201 e 230, che dal vallone risalgono lungo i pendii circostanti. Al lago Ramella si trovano inoltre due fusti di cannone, resti dei quattro utilizzati nel giugno del 1940 dalla 149ª batteria di artiglieria della Guardia alla Frontiera nel corso della battaglia delle Alpi Occidentali.
Per quanto riguarda la fauna, nella zona è possibile incrociare anche la rara salamandra nera.

Nota tecnica per i soci dell’A.S.D Nordic Walking Volpiano
Lunghezza :   8  km
Dislivello D+ 300

Difficoltà: Turistico/Escursionistico
Ritrovo: ore 8.15 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 8.30
La salita dal parcheggio delle auto ai laghi sarà effettuata tramite la seggiovia.
Prezzo adulti A/R 10 euro
Prezzo bambini (nati dal 2006 in avanti) A/R 6 euro
Si raccomanda abbigliamento adeguato vista la quota d’altitudine raggiunta, 2700m slm
Per informazioni e prenotazioni
Masellis Massimiliano: 3387709382 oppure
prenotazioni.nwv@gmail.com

Pranzo al sacco 

 

Camminata delle Erbe a Usseglio – Sabato 30 Giugno

Una camminata simpatica e curiosa per conoscere le erbe officinali e fitoalimurgiche…. a Usseglio (To)
Grazie alla collaborazione con Aapti Airaldi e Khalid Gallo cammineremo e conosceremo meglio i frutti della natura.

Sono considerate piante officinali piante medicinali, aromatiche e da profumo inserite negli elenchi specifici e nelle farmacopee dei singoli paesi. Il numero e il tipo di piante officinali varia da paese a paese a seconda delle tradizioni. Il più comune utilizzo di piante officinali è quello di correttori del gusto: molti farmaci o preparati farmaceutici hanno originariamente un gusto sgradevole, che quindi viene “corretto” con l’aggiunta di sostanze di origine vegetale. Le piante officinali, ad esempio, sono quelle usate per conferire a sciroppi o a caramelle il gusto di fragola, arancia, limone, ecc.

 

Si definisce fitoalimurgia la conoscenza dell’uso delle specie vegetali (soprattutto erbe spontanee) a scopo alimentare. La fitoalimurgia fu un principio di nutrizione anche in tempo di guerra.

Nel recente passato era consuetudine di molte persone, in particolare nei ceti meno abbienti, andare per erbe, e per questi le verdure selvatiche hanno costituito una risorsa alimentare di primaria importanza.

Programma della escursione in nordic walking:

  • Visita delle coltivazioni di Aapti e Khalid
  • Camminata delle erbe, spiegazione e raccolta dei campioni
  • Pranzo presso il ristorante Il Caminetto (Usseglio)
  • Camminata digestiva di circa 12 km sulla pista di fondo

Informazioni tecniche per i soci dell’A.S.D. Nordic Walking Volpiano
Lunghezza della escursione in nordic walking :   12 km
Difficoltà del percorso: Turistico
Ritrovo: ore 7.45 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 8.00
Menù proposto dal Ristorante “Il Caminetto”: Bruschette alle erbe – Risotto con silene – Tortini di ortiche – Acqua, Vino, Caffe’
15 Euro (da saldare in loco al ristorante)
Contributo dei soci per l’organizzazione dell’evento : 6 Euro
Rientro previsto a Volpiano ore 18.00

Per informazioni e prenotazioni
Masellis Massimiliano: 3387709382
Rama Silvia: 3664317857
Mail:
prenotazioni.nwv@gmail.com

Al fine di poter organizzare al meglio l’evento  è richiesto di manifestare la propria adesione tramite chiamata ai cellulari sopraindicati o tramite mail entro Venerdi 22 Giugno

N.B. in caso di maltempo, l’uscita sara’ posticipata al sabato successivo

 

Domenica 6 Maggio – Via Francigena da Santhia’ a Vercelli

Domenica 6 Maggio, vi proponiamo una tappa della via Francigena, da Santhia’ a Vercelli
La tappa attraversa la pianura vercellese fortemente caratterizzata dalle numerose risaie, frequenti gli incontri con diverse specie avicole, attirate nella zona dalla presenza degli specchi d’acqua.
Pochi i tratti in banchina su strade generalmente poco trafficate.
Gran parte della tappa si svolge su tratturi e strade campestri, al di fuori dei centri abitati non è possibile rifornirsi d’acqua.

Nota tecnica per i soci dell’A.S.D Nordic Walking Volpiano
Lunghezza :   27  km
Dislivello D+ 0

Dislivello D- 0
Difficoltà: Turistico
Ritrovo: ore 8.15 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 8.30

Per informazioni e prenotazioni
Masellis Massimiliano: 3387709382
prenotazioni.nwv@gmail.com

Pranzo al sacco (consigliata una riserva d’acqua da 1 litro)

Il rientro da Vercelli a Santhia’ sara’ effettuato tramite il treno, costo biglietto 2,70 Euro

 

Sabato 28 Aprile – Dalla Basilica di Superga al Santuario di Belmonte

Camminiamo insieme alla scoperta dei luoghi di Guglielmo da Volpiano
e Re Arduino, attraversando il Basso Canavese tra storia e leggenda.

Sabato 28 Aprile, il Nordic Walking Volpiano, propone una camminata in nordic walking per conoscere il percorso che unisce tre importanti monumenti del nostro territorio: Superga – Fruttuaria (San Benigno) – Belmonte (SFB).
L’itinerario, con partenza dalla Basilica di Superga, si svolge lungo sentieri, strade sterrate e alcuni
tratti di asfalto, e tocca alcuni Comuni del Torinese e del Canavese sino a raggiungere il Santuario
di Belmonte, punto di arrivo.
Scendendo dalla collina di Superga, attraverseremo il Po a San Mauro, e giungeremo all’Abbazia di
San Benigno Canavese, prima meta dell’itinerario:
L’edificazione dell’Abbazia è frutto della sapienza architettonica di Guglielmo da Volpiano che, oltre
che figura religiosa di primo piano, fu costruttore e restauratore di alcuni dei più importanti edifici
religiosi di Francia e del Piemonte. Arduino d’Ivrea, che aveva appoggiato la costruzione
dell’abbazia, vi si ritirò negli ultimi anni della sua vita e vi morì nel 1015.
Da San Benigno si riprende il cammino lungo le strade sterrate del Basso Canavese, tra i torrenti
Orco e Malone: in questa seconda parte, attraverseremo alcuni borghi del Canavese legati
storicamente alla figura di Re Arduino.
Arrivo al Sacro Monte di Belmonte, che con il proprio Santuario, è posto sopra un poggio che si
erge isolato nel territorio del comune di Valperga, a quota 727 metri, coperto da una folta
vegetazione. L’area in cui sorge fa parte di una più ampia riserva naturale della Regione Piemonte.

Superga

San Benigno

Belmonte

La camminata da Superga a Belmonte sono 50 km.
E’ prevista la possibilita’ di suddividere il percorso, da Superga a San Benigno (23 km) oppure da San Benigno a Belmonte (27 km)

Nota informativa per i soci dell’ A.S.D. Nordic Walking Volpiano

Informazioni per i camminatori che parteciperanno alla camminata da Superga a Belmonte oppure Superga San Benigno
Ritrovo: ore 5.15 in pizza Italia (via Trento) a San Benigno (fronte scuole)
Trasferimento in autobus da San Benigno a Superga (partenza autobus 5.30)
Inizio camminata: ore 07.00
Pranzo al sacco presso Istituto Salesiani a San Benigno
Lunghezza Camminata 50 km (Superta – Belmonte) in alternativa 23 km (Superga – San Benigno)
Tipologia Difficoltà: Escursionistica

Informazioni per i camminatori che parteciperanno alla camminata da San Benigno a Belmonte
Ritrovo: ore 12.45 fronte Basilica di San Benigno
(si consiglia di parcheggiare in pizza italia, distante 500 m dalla basilica)
Ripresa della camminata, dopo pausa pranzo, ore 14.00
Lunghezza Camminata 27 km
Tipologia Difficoltà: Escursionistica

Al termine della camminata, si propone di cenare presso il ristorante Belmonte
(adesione facoltativa)
Menu’: Tagliere salumi e formaggi, agnolotti al sugo di arrosto, incluso acqua vino e caffe’
Variante vegetariana, verdure grigliate, per il primo lo si potra’ scegliere al momento, incluso acqua vino e caffe’

Il rientro da Belmonte a San Benigno sara’ svolto tramite automobili .
N.B. il servizio di rientro e’ garantito fino a San Benigno, se il partecipante decidesse di recarsi per proprio conto a Superga con mezzi propri, sara’ a suo carico la logistica di rientro da San Benigno a Superga.

Contributo:
10 Euro (mezzo di trasporto + donazione per ospitalità presso santuario San Benigno)(partecipanti 50 km o tratta Superga – San Benigno)
Cena 15 euro (comunicare se menu’ normale o vegetariano)

Per informazioni e prenotazioni
Accompagnatore per il Nordic Walking Volpiano: Massimiliano Masellis  3387709382
Pasquale Elia cellulare: 3487295564
prenotazioni.nwv@gmail.com

Termine iscrizioni Mercoledi 25 Aprile

La camminata sara’ svolta anche in caso di pioggia

Regole del buon cammino:

Gli istruttori si riservano la possibilita’ di non accettare eventuali adesioni, nel caso che la persona non la si ritenesse adatta per il tipo di camminata

– Assolutamente vietato per i partecipanti lasciare il gruppo senza avere avvisato qualcuno.
– Saranno previste delle soste intermedie (10-15 minuti) cambio abiti, sosta pipi, acqua, cibo.
– Vietato camminare davanti alla persona preposta alla conduzione del gruppo (Siamo un gruppo, cammineremo tutti insieme)
– Nelle strade aperte al traffico, si fa riferimento al codice della strada, art. 190, comportamento dei pedoni, camminare in fila indiana o sul marciapiede.
– Dotarsi di acqua e cibo (almeno 1 litro di acqua) e portarsi, barrette energetiche, cioccolata etc
– Rispettare le tabelle orarie dettate dall’organizzazione.
– Indossare abbigliamento / calzature adeguate

 

Martedi 1 Maggio 2018 – WalkinVarenne (Vigone – To)

Giunta alla sua 6° edizione della manifestazione, il nostro gruppo partecipa dalla prima edizione.
Una camminata NON competitiva, fitwalking e nordic walking, 8,5km, totalmente pianeggiante.
La particolarità di questa camminata e’ di attraversare varie scuderie di cavalli, tra le quali anche quella del famoso e campione purosangue Varenne.

Per informazioni e prenotazioni Soci Nordic Walking Volpiano
Massimiliano: 3387709382
prenotazioni.nwv@gmail.com
Quota iscrizione 7 Euro
Ritrovo alle ore 7.45  presso il parcheggio del Simply a Volpiano – Partenza ore 8.00
Termine iscrizioni, Venerdi 27 Aprile entro le ore 12.00

E’ previsto un ristoro all’arrivo ed estrazione lotteria

8 Aprile – Sui sentieri del Monte Soglio

A Forno Canavese, non molto distante da Volpiano, l’ultimo sabato del mese di maggio, si corre il Trail del Monte Soglio (TMS).
Sono 3 percorsi, il Gir Lung di 71 km (4900 m D+), Gir Curt di 36 km (2160 m D+) ed infine il Gir Vulei 16 km (900 m D+).

Per voi abbiamo scelto………..di proporre il Gir Vulei 🙂
Il tracciato e’ molto vario, si passa dalla strada sterrata e percorribile con fuoristrada, ai sentieri in mezzo al bosco e magari dovremo attraversare qualche ruscello che troveremo lungo il cammino, tutto questo potendo ammirare paesaggi e panorami molto belli e rilassanti.
Lungo il percorso e’ possibile vedere dei luoghi di culto o un edificio inusuale per il nostro territorio (di cosa si tratta, lo scoprirete solo partecipando all’escursione)

Chiesa di Madonna delle Nevi

Nota informativa per i soci dell’ A.S.D. Nordic Walking Volpiano

Ritrovo: ore 8.30 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 8.45
Inizio camminata: ore 09.30
Lunghezza Camminata 16 km
Dislivello 900 metri D+
Pranzo al sacco presso il cortile adiacente al Santuario dei Milani
Lungo il percorso sono presenti delle fontane

Informazioni/prenotazioni:
Massimiliano Masellis 3387709382
Mail: prenotazioni.nwv@gmail.com

Ps: Questa escursione e’ consigliata per chi volesse partecipare al Trail Monte Soglio Gir Vulei (26 Maggio) e come allenamento in vista della partecipazione alla Francigena Val di Susa Marathon del 17 Giugno (42 Km da Avigliana a Susa)

Pasquetta al Ricetto di Candelo (BI) – 2 Aprile 2018

Tradizione del Nordic Walking Volpiano, di organizzare un’escursione in occasione del lunedi di Pasquetta.
Vi proponiamo un’uscita a Candelo (BI) per effettuare una camminata nella Baraggia.
Vaste praterie e brughiere alternate a sporadici alberi e vallette boscate. Un paesaggio, quello delle Baragge, che colpisce immediatamente per la sua semplicità ed il suo equilibrio di spazi e forme, per il suo apparire senza confini, esteso all’infinito; un ambiente somigliante alla Savana africana.

La giornata prevede una camminata di circa 15km con rientro al Ricetto di Candelo e a seguire il pranzo.

Il ricetto è in genere una struttura fortificata protetta all’interno di un paese dove si accumulavano i beni (foraggi, vini etc) del signore locale o della popolazione e dove, occasionalmente, si ritirava la popolazione stessa in caso di attacchi dall’esterno.

Il ricetto di Candelo è uno degli esempi meglio conservati di questo tipo di struttura medievale presente in diverse località del Piemonte ed in alcune zone dell’Europa centrale.[1] Sorge nel comune di Candelo, in provincia di Biella.

Al pari di altri ricetti, quello di Candelo non risulta essere mai stato destinato a uso di stabile abitazione. Tuttavia, al pari di altri – per le sue origini economiche, storiche, collettive e democratiche ante-litteram – è stato oggetto di approfonditi studi storici ed architettonici.

In virtù della sua posizione, da esso si gode una vista panoramica sull’intero comprensorio delle Prealpi biellesi, a nord, e verso il Baraggione (vedi Riserva naturale orientata delle Baragge) in direzione sud

Presso il Ricetto ci sara’ l’esposizione e la degustazione (facoltativa) di produttori locali del territorio.

Nota informativa per i soci dell’ A.S.D. Nordic Walking Volpiano

Ritrovo:    ore 8.15 presso il parcheggio del Simply di Volpiano (Via Meana)
Partenza: ore 8.30
Inizio camminata: ore 10.00
Lunghezza Camminata 15 km
Dislivello 200 metri D+
Pranzo al sacco e/o degustazione prodotti di produttori locali presso il ricetto, al termine della camminata

Informazioni/prenotazioni:
Massimiliano Masellis 3387709382
Mail: prenotazioni.nwv@gmail.com

Sulle tracce del lupo – 17 e 18 Marzo

Sulle Tracce del Lupo – L’anello monte Armetta

Un week end per conoscere la specie e riconoscerne i segni di presenza.

Conduzione dell’escursione a cura del Dott. Matteo Serafini, Guida Ambientale Escursionistica certificata Regione Liguria e iscritta AIGAE

 Introduzione                                                                                                                                           

Il lupo è sicuramente la specie più carismatica ed evocativa presente in Italia, da sempre presente nella cultura e nella storia dell’uomo, oltreché uno degli elementi di maggior pregio del nostro territorio. Se da un punto di vista ecologico la presenza di questo animale è indice di qualità ambientale e di ricchezza in termini di biodiversità, sotto un profilo politico e socio-economico la stessa presenza è spesso osteggiata e in alcuni contesti combattuta. La diretta persecuzione da parte dell’uomo e l’incontrollato sfruttamento delle risorse ambientali degli ultimi due secoli, hanno portato la specie all’estinzione locale in molte zone d’Italia e del mondo. Tuttavia da oltre quarant’anni il lupo è tornato a occupare gran parte del suo areale, sostenuto da leggi e normative internazionali e da una maggiore sensibilità collettiva. Da una popolazione “relitta” presente in Italia centrale alla fine degli anni ’70 il lupo ha ripercorso l’intera catena appenninica, riaffacciandosi nelle Alpi Occidentali dalla metà degli anni ’90. La Liguria ha giocato un ruolo importantissimo come corridoio ecologico per questa specie, grazie alle sue peculiarità geomorfologiche, ambientali e alle storiche vie di comunicazione che attraversano le catene montuose.

Molteplici sono le tecniche usate dai ricercatori per studiarne la distribuzione, l’ecologia e il comportamento. Date le particolari abitudini crepuscolari e notturne e la marcata elusività nei confronti dell’uomo, osservare la specie in natura è un evento raro; di conseguenza spesso si ricorre a metodi indiretti per valutarne la presenza, ricercando nell’area di studio le tracce, che inevitabilmente, lascia sul territorio come impronte, escrementi, resti di alimentazione, etc.

DESCRIZIONE DELL’ITINERARIO ESCURSIONISTICO

Dal rifugio Pian dell’Arma (1350m s.l.m.) si imbocca un sentiero che attraverso larici e radure erbose sale sul crinale fino a congiungersi con l’Alta Via dei Monti Liguri proveniente dal passo Prale. Proseguendo sull’Alta Via l’itinerario aumenta in pendenza fino a raggiungere uno spiazzo roccioso poco sotto il Monte della Guardia (1661m s.l.m.). Si prosegue lungo il crinale prativo intervallato da boschetti raggiungendo prima Colla Bassa (1574m s.l.m.) e infine dopo alcuni brevi saliscendi tra rocce e radure il cono terminale dell’Armetta. Un ultimo tratto ripido ma breve permette la conquista della vetta (1739m s.l.m.) dal quale è possibile scorgere una vasta porzione di Alpi Liguri. Proseguendo sempre sull’Alta Via si scende dalla cima dell’Armetta lungo la dorsale Est fino a raggiungere il Colle San Bartolomeo (1439m s.l.m.). Dal quadrivio si percorre una facile carrareccia che riporta indietro verso il rifugio Pian dell’Arma passando sotto il Monte Armetta e la bastionata rocciosa di Rocca dell’Arma.

Dislivello:  577 m
Tempi percorrenza:  4.30/5.00 ore
Lunghezza: 12,00 km
Difficolta:  Escursionistica


PROGRAMMA
:

1° Giorno – Sabato 17 marzo
Ritrovo presso il Simply di Volpiano ore 13.45 e partenza per Loc.Caprauna ore 14.00.
Come di consueto ottimizzeremo l’uso delle automobili condividendo i costi di autostrada e carburante.
La distanza Volpiano-Caprauna è di circa 179 km con un tempo di percorrenza di 2h 30 minuti.

Arrivo al rifugio Pian dell’ Arma verso le 16.30 – 17.00, sistemazione nelle camere del rifugio e partenza per una breve e facile escursione serale nei dintorni del rifugio
Al rientro, cena in rifugio alla quale seguirà una interessante presentazione divulgativa sul lupo e la sue caratteristiche.

2° Giorno – Domenica 18 marzo
Ore 8.00 colazione
Ore 9,00 partenza per l’escursione – pranzo al sacco

Rientro al rifugio alle ore 16 circa
Partenza per Volpiano alle ore 17.00 – rientro previsto per le ore 19.30-20.00 al Simply di Volpiano.

Attrezzatura consigliata:

  • per l’escursione: zaino, scarponcini/scarpe impermeabili, giacchetta impermeabile, pile o maglione, pantaloni lunghi, maglietta e calzini di ricambio, borraccia, cappellino, binocolo, macchina fotografica, torcia frontale.
  • Per il soggiorno: sacco-lenzuolo o lenzuola con federa o sacco a pelo, ciabattine da piscina, asciugamano e necessario bagno.

COSTI:

55 euro adulti  –  28 euro bambini fino a 12 anni

La quota comprende:
cena in rifugio di sabato 17 marzo  (al momento della prenotazione specificare se si desidera la versione vegetariana)
Pernottamento in rifugio in camere condivise a 4 o 16 posti letto
Prima colazione e pranzo al sacco per domenica 18 marzo
Guida locale per entrambe le giornate

La quota non comprende tutto quanto non specificato.

Per prenotazione inviare  mail a:  prenotazioni.nwv@gmail.com;
Per informazioni:  Massimiliano: 3387709382  Nicoletta: 3333453385

NB: A prenotazione effettuata  sarà richiesto un acconto di 25 € per gli adulti e 15 € per i bambini

NB: il rifugio dispone al massimo di 32 posti letto, la priorità verrà data secondo l’ordine di prenotazione